6-7 April 2012 Border Breakers

6/7 April 2012 RXSTNZ presents…

BORDER BREAKERS

2 giorni di resistenza culturale – 2 days of cultural resistance

a multidisciplinar underground happening – un happening underground multidisciplinare

OSPITE SPECIALE:

Sabato 7, per la prima volta in Italia, si esibirà

Oyaarss (Ad Noiseam)
Oyaarss. Cresciuto a Riga, in Lettonia, londinese di adozione, Oyaarss si addentra in territori ancora inesplorati nel panorama elettronico mondiale.
Nella sua musica troviamo influenze disparate: dal rythmic noise industriale alla musica classica contemporanea, dal post-hardcore alla drum’n’bass.
Il suono è sempre distorto ma cesellato con tanta perizia tecnica da non risultare mai rumore incoerente, ma flusso continuo di ritmo e texture.
Emotivamente sembra costruire un ponte tra un passato arcaico e il futuro più cupo e incerto. Tutto questo però con un groove assolutamente contemporaneo, che si richiama alle cadenze del dubstep. Stratificazioni, isolazionismo, muri di rumore e melodie ipnotiche. Oyaarss, pur essendo ancora poco conosciuto nel nostro paese, ha già collaborato con personaggi del calibro di Ben Frost e Amenra.
Non a caso il suo nuovo disco esce per la prestigiosa label berlinese Ad Noiseam , che negli anni si è affermata come una delle migliori al mondo ( tra gli altri ha pubblicato i lavori di Scorn, Bong-Ra , Larvae , Hecq e Broken Note).
Rexistenz porta Oyaarss per la prima volta in Italia, in esclusiva, a tre settimane dall’uscita del suo nuovo disco: Bads.

Artisti in mostra

Rudy de Amicis
http://www.rudydeamicis.com/
Francesca de Amicis
http://www.love0destroy.com/art.html
Akab
http://mattatoio23.blogspot.com/
Endrago
https://www.facebook.com/pages/Endrago-AKA-Catramend/337733832903694
Blackqirex
http://www.blackqirex.org/section/bq_event.htm
Tana’s creatures
http://www.tana-creatures.it/
Ratzo
http://www.premioceleste.it/ratzo
Tina da marte
http://www.wix.com/tinadamarte/home/gallery#!__gallery
Ivan il poeta
http://www.poesiaviva.it/ivan
Cecilia Granata
http://ceciliagranata.com/
Robo
http://www.myspace.com/robedirobo

Eventi

Venerdi 6
apertura alle 21

Presentazione di “Rapropos. Il rap racconta la Francia” (Agenzia X)
Partecipa l’autore Luca Gricinella e l’editore Marco Philopat
http://www.agenziax.it/

dalle 22 elettronica live con

Mbst8. E’ l’incaranazione dell’eresia elettronica meneghina. Fa tutto, lo fa bene e non se la mena. Solo non chiedetegli la cassa dritta, che potrebbe fulminarvi con un’onda quadra. ZzAp!

http://soundcloud.com/zero-mbst8

Banders. Sembra che testi i suoi live facendo ballare i topi dello squat in cui vive. Se prima faceva una specie di d’n’b ora pare che faccia dubstep. I topi hanno apprezzato fin da subito il wobble. Anche le tope.

http://soundcloud.com/nobanders

Lowkilla. Ha scoperto il suo talento di musicista nel colletivo Hekate. Tornato in patria ha fatto di tutto, tanto che lo volevano scritturare pure nell’orchestra Casadei. Non amando il liscio è stato il primo in Italia a fare basi grime.

http://soundcloud.com/lowkilla

Manual destruction. Torinese di nascita, per tutti i 90 si ubriaca con l’acqua del Po e si fa di techhò franscese. Poi si disintossica e abbraccia un suono più decostruito e isolazionista. Ora sta provando a smettere colla bagnacauda. Dio solo sa cosa combinerà!

http://soundcloud.com/manual-destruction

Ricky Marvin. Anni fa raccontava a tutti di essere portoricano. L’ultima volta pensava di essere Mario Monti e di dovere spiagare il gore step alla Bocconi. L’abbiamo aiutato ad evadere dal TSO.

http://soundcloud.com/ricky-marvin

Body performance: Marta Lodola
http://monnalisaoverdrive.wordpress.com/

Video: airwaves

Sabato 7
apertura alle 18

Laboratorio di stancil a cura di Serpica Naro
http://www.serpicanaro.com/

Pablito el drito (dj set)
Agitatore culturale, disk jockey, suonatore di videogames. E’così underground che quando prende la metroplitana a posto che scendere le scale, le sale. Suo padre è convinto che spacci pasticche in discoteca.

http://soundcloud.com/pablitoeldrito

Presentazione della rivista Liberazioni, critica e cultura antispecista
http://www.liberazioni.org/

dalle 22 elettronica live con:

Opser. Un passato da dj eretico nei raves del centroitalia, un presente come alfiere di un suono oscuro, basato sulla dialettica cassa / basso. I suoi amici giurano di non averlo mai visto sorridere. Da grande vuole fare il becchino.

http://www.soundcloud.com/opser

A034. Una vita nell’underground: partito dalla tekno, passa dalla break più estrema, fino ad approdare al suono bass driven, meglio tollerato dai suoi due poveri gatti. E’ uno dei pionieri dela scena deathstep, che solo lui e Substep infrabass han capito cos’è.

http://www.a034.it/

Hyena. Pioniere del breakcore (quando con gli amici inziò a suonarlo non esisteva manco un nome per definire il genere), ora viaggia su ritmiche halfstep e garage. Indimenticabili le sue performace sperimentali in cui si addormanta sul mixer.

http://soundcloud.com/hyena

Cybele. Musicista idm molto talentuoso. Così dotato che l’ultima volta uno spettatore gli ha chiesto “Ma hai solo i cd di Aphex Twin ?” Lui si è offeso.

http://www.myspace.com/mothercybele

Oyaarss. Per la prima volta in Italia, in esclusiva per Rexistenz.

http://soundcloud.com/oyaarss

Performance: mechanics for dreamers (Tana’s creatures + Luca Valisi)
http://www.tana-creatures.it/

Video: xo00 otolab
http://www.otolab.net/

Border breakers è un happening artistico che incrocia stili e discipline diverse.
Il nome sta ad indicare la volontà dei partecipanti di rompere i confini non solo tra le varie arti, ma anche tra artisti e spettatori.
Mischiare arte e musica, rompere i muri sacri che le circondano, è una sfida sia al sistema dell’arte che a quello della musica, un attacco alla sacralità del museo e del palco.
L’idea nasce dal fortunato incontro tra Rexistenz, etichetta discografica indipendente, Spazio concept, giovane galleria milanese attenta ai fermenti culturali, ed alcuni artisti e performer.
La due giorni ( 6 e 7 aprile ) si articolerà in una mostra in cui esporranno undici artisti, in un dancefloor di musica alternativa che vedrà la partecipazione di dodici musicisti elettronici, in diverse performance multimediali e presentazioni editoriali.
Buona parte degli artisti che ruotano intorno all’etichetta milanese proviene dal collettivo No Human No Cry, che tra il 2004 e il 2009 ha proposto eventi di mashup artistico e controculturale, come i festival di Giucano e Lucchio, il Museo del Postumano e Decadent freak circus .
Border Breakers è un naturale proseguimento di quel percorso e di decine di altri, che in comune hanno l’amara ironia sulla condizione dell’umanità odierna.
Non a caso Rexistenz definisce la propria musica pre-armageddon post-electronics.
La catastrofe è sempre più vicina e Rexistenz la mette in scena, facendosi dare man forte nella serata di sabato 7 da un ospite d’eccezione: Oyaarss (AdNoiseam records).

Rexistenz è un’ etichetta discografica indipendente dedicata al dancefloor mutante e all’elettonica sperimentale.
E’aperta alle sonorità elettroniche non convenzionali: dubstep, breakcore, grime, industrial, dark garage, idm, braindance, darkside hip hop e 8 bit.
Ha collaborato con collettivi ed imprese culturali come No Human No Cry, Hekate, Otolab, V-Atak, Random Artist, Agenzia X, Shake edizioni underground, Drago lab, Idroscalo records, Stirpe 999, Decimo Pianeta, Nuke Satori, Tacheles Kunsthaus, Xlab, Cox18, Spazio Concept, Cronosfera festival.

Maggiori informazioni su www.rexistenz.org


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...